Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54

Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54
Il Sito dei Tifosi del CALCIO CATANIA

Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle oro bianca e stella oro pelle in glitter h-brands bianco Rock 903b54

 Scritto da il 23 febbraio 2012 alle 17:15
Feb 232012
 

Il Catania soffre nel finale, ma vince con gran merito a Siena, dove, dopo quella fondamentale di Lecce, ottiene la seconda vittoria esterna del campionato e scava un grande e profondo solco fra sé e la zona retrocessione : ben nove punti di vantaggio sul Lecce con una gara ancora da recuperare.

Il Siena evanescente, sterile e involuto, sprofonda in un pericoloso baratro, ma mantiene ancora sul Lecce il vantaggio di due punti e quello di un immediato calendario favorevole, che lo vedrà ospitare nelle prossime due gare Palermo e Cagliari.

Dettagli prodotto

Colore:
Bianco
Fantasia:
Glitter
Materiale:
Gomma
Pelle
Tipo di chiusura:
Lacci
Stagioni:
Primavera
Stile:
Rock
Romantico
Misura delle scarpe:
36
37
38
39
40
41

Sneaker Nira Rubens Daiquiri in pelle bianca e cuore oro in glitter
Sneaker Nira Rubens modello Daiquiri in pelle bianca e cuore oro in glitter. Dettaglio oro sul tallone. Chiusura con lacci Fodera e suola interna in pelle Fondo in gomma bianca 2,5 cm

.

Per quanto possa sembrare strano bisogna subito soffermare la nostra attenzione su un episodio avvenuto intorno al 20’ minuto della ripresa con i rossazzurri in vantaggio per 1-0.

Seymour, in campo da appena cinque minuti, si incunea in area di rigore dove viene platealmente scalciato da Rossi. Russo di Nola, molto attento e preciso, indica immediatamente il dischetto, ma sale in cattedra il guardialinee che, sbagliando grossolanamente, si assume tutta la responsabilità del momento e convince l’arbitro che il fallo è avvenuto fuori area.

Legrottaglie viene ammonito per proteste e la punizione dal limite calciata da Lodi non ha esito. Ecco, se il Catania non avesse vinto ci sarebbe stato molto da discutere e recriminare per quel possibile raddoppio negato, per fortuna è andata bene lo stesso e l’errore del collaboratore di Russo ha prodotto tanta sofferenza finale ma non ha causato ulteriori danni.

Montella, come previsto, ha presentato in porta Carrizo al posto di Kosicky, ma, un po’ a sorpresa, ha tenuto a riposo Gomez preferendogli Catellani, mentre al posto di Barrientos si è rivisto dal primo minuto Ricchiuti.

Il Siena appare subito nervoso e titubante, mentre il Catania dà l’impressione di essere in palla. Le prime due occasioni sono per il Catania, ma i tiri di Almiron al 7’ e di Bergessio al 17’, sebbene da buona posizione, sono inguardabili.

Il Siena ha tre minuti di buon gioco: al 18’ Spolli effettua una grande chiusura su Calaiò, poco dopo un bel cross di Angelo trova la pronta correzione di Gazzi, ma il suo colpo di testa è centrale e Carrizo para a terra, poi il portiere etneo si esibisce in una plastica parata su un tiro da lontano di D’Agostino.

Il primo tempo del Siena finisce tutto lì.

Su capovolgimento di fronte il Catania ottiene una punizione che Lodi fa spiovere pericolosamente in area, dove succede di tutto: Terzi cintura nettamente e mette giù Spolli, mentre Gazzi, con una vistosa e inutile manata, allontana il pallone diretto a Bellusci.

Dal momento che è impossibile concedere contemporaneamente due rigori Russo ne concede solo uno. Dal dischetto Lodi colpisce il palo interno, alla sinistra di Pegolo che aveva azzeccato lato, ma il pallone carambola e si insacca nell’altro angolino rendendo vano il tuffo del portiere bianconero.

Il Siena cerca di reagire ma non produce niente, Calaiò in area cerca di ingannare l’arbitro e si guadagna un giallo per comportamento sleale.

La partita è molto spezzettata, ma il Catania mostra idee chiare e tranquillità. Al 36’ grande apertura di Bergessio per Almiron che controlla bene ma, dal limite dell’area, calcia a fil di palo. La prima frazione si chiude col Siena che ottiene il suo sesto angolo ma che non fa paura.

Nella ripresa è ancora il Catania a rendersi pericoloso con Ricchiuti al 4’, tiro fuori e con Catellani al 5’, un passaggio al portiere ospite dopo una bella azione.

Intanto Gazzi viene ammonito per un fallo su Catellani. Per il rosso giocatore senese non è proprio un bel momento: contro il Lecce aveva procurato il rigore su Muriel, contro il Catania ha procurato un altro rigore. Io, dopo il fallo commesso contro il Lecce ho scritto che se fossi stato in Sannino l’avrei messo momentaneamente fuori squadra, per nostra fortuna, il pelato allenatore senese non l’ha fatto, vuol dire che lo ritiene utile. Beh ognuno si tenga i giocatori che ha, anche come il Gazzi attuale…son giocatori loro.

Secondo un’ opinione diffusa Ricchiuti è in grado di dare il massimo soltanto per un’ora, così, dopo aver dato il massimo, dopo un’ora esatta di gioco, Montella lo sostituisce con Seymour, il quale, a mio avviso è un fior di giocatore.

Il nuovo entrato si procura un secondo netto rigore, ma il collaboratore di Russo non è d’accordo e bisognerebbe avvisarlo che, di tanto in tanto, vengono lanciate campagne pubblicitarie per le visite oculistiche gratuite.

MANUEL BARCELÓ CALZATURE yoox marroni PelleNIKE CALZATURE yoox bianco Classico,CONVERSE Sneakers donna donna grigio quellogiusto PrimaveraSneaker Liv In Pelle E Satin michael-kors bianco PelleSneakers PUMA escarpe rosa Sintetico,Moda scarpe economiche Massimo Dutti MIT DOPPELTER SCHNALLE,Reebok Crossfit Nano 8.0 amazon-shoes bordeaux SportivoSneaker alta Hide&Jack Essence Stellar in suede tortora e oro h-brands grigio PellePIERRE HARDY CALZATURE yoox bianco,2 STAR Sneakers Trendy donna fantasia/blu quellogiusto blu-marino Sportivo,Bally Vita-Parcours high-top sneakers - Metallizzato,Scarpe da donna sneakers Puma Suede Heart Satin II 364084 03 sneakerstudio rosa Camoscio,Moda scarpe economiche Pinko CAMPOROSSO PELLE ST. PITONE,Merrell Moab 2 Mid GTX amazon-shoes grigio Inverno,STEVE MADDEN CALZATURE yoox neri Pelle,SNEAKERS LIFESTYLE 247 LEATHER Donna Black mascheroni-store neri Pelle,NBR¹ CALZATURE yoox bordeaux Pelliccia,Isabel Marant Sneakers alte 'Bilsy' - Black farfetch neriKappa Comfit Velcro amazon-shoes neri Sportivo,STEVE MADDEN CALZATURE yoox beige Plateau,Under Armour UA W Remix Fw18 amazon-shoes neri Da corsa,New Balance - Training 711 - Sneakers grigie - Grigio asos neri Camoscio,EVA LỌPEZ CALZATURE yoox neri Pelle,BLACK DIONISO CALZATURE yoox grigio BohoDIADORA HERITAGE Sneakers Trendy donna argento quellogiusto grigio Pelle,Tod's flatform hi-top sneakers - White farfetch grigioChuck Taylor All Star Ombre Wash High Top converse blu-marino Estate,Moda scarpe economiche Merrell BARE ACCESS FLEX SHIELDAsics Gel-Squad amazon-shoes rosa Glamour,Hill low print drop d-a-t-e grigio Cotone,.

Il Catania continua a dimostrarsi squadra mentre il Siena è in confusione, ma ci tenta.

Al 25’ Gazzi cerca di farsi perdonare e dal limite spara un bolide a colpo sicuro, Carrizo compie una parata strepitosa e i tifosi del Catania capiscono che, finalmente, la squadra ha nuovamente un portiere come si deve.

Alla mezz’ora il Siena reclama per un petto di Bellusci e più di nervi che di testa ci tenta ancora.

Montella, che aveva sostituito l’acciaccato Izco con  Llama manda in campo Biagianti al posto di Catellani, mentre Sannino tenta la carta Gonzalez.

Un’auspicabile vittoria del Catania porterebbe i rossazzurri a quota 33 e trasformerebbe il prossimo Inter-Catania in un incerto scontro d’alta quota, in cui potrebbe prevalere la squadra più in forma, il Catania, naturalmente !

 

Missione compiuta was last modified: febbraio 23rd, 2012 by Tino La Vecchia